Stai spendendo fior di soldi in pubblicità online e non vedi risultati concreti?

Vuoi iniziare a guadagnare davvero con l’online? 

Lara Samaha
Lara Samaha

Perchè l’Email Marketing non è morto

I 3 motivi principali per scegliere di fare email marketing per la tua attività

Lo sapevi che oltre l’80% degli adulti in età da lavoro, possiede un indirizzo email?

Questo dato è davvero significativo, se pensiamo che ciascuno di questi utenti è raggiungibile singolarmente, attraverso un invio email.

Ma a che prezzo?

Fare email marketing non significa semplicemente inviare un’ email, scrivere qualche riga per “tenersi in contatto” o proporre offerte commerciali a raffica, ma vuol dire investire tempo e risorse in un canale che lega la tua azienda a filo diretto con il tuo cliente, o potenziale tale.

Le risorse che è necessario investire nell’email marketing affinchè generi risultati e ti consenta di guadagnare, sono principalmente di due tipi:

  • economico: parliamo di strumenti in questo caso, quindi piattaforme di invio email automatizzate, che ti permettono di verificare i tassi di apertura e tenere traccia delle attività compiute dai destinatari;
  • umano: qui parliamo di qualcuno che dovrà creare i contenuti, curare la struttura e il design del messaggio, gestire le liste mail e la lista nomi con attenzione, eliminando eventuali indirizzi inattivi.

Abbiamo visto le risorse necessarie, ora andiamo a vedere cos’è l’email marketing, come fare email marketing e quali sono i principali motivi per iniziare a strutturare delle campagne di email marketing. 

Cercherò di farti capire l’importanza del rapporto diretto che stabiliamo con il lettore delle nostre email e quali aspetti psicologici utilizzare per aumentare, nei tuoi utenti, la percezione del valore dei tuoi servizi.

Ti illustrerò le singole attività da programmare, per la buona riuscita delle tue campagne.

L’email marketing non è morto, ma per vedere dei risultati, è necessaria  un’adeguata strategia alla base.

Perchè l'email marketing non è morto

Ecco di cosa parleremo oggi:

Perché fare email marketing: meglio di Google ads

Fare email marketing ti permette di avere un ritorno dell’investimento molto alto, rispetto ai costi sostenuti.

Alcune recenti statistiche americane parlano di un rientro di circa 40 dollari per ogni singolo dollaro speso.

In confronto alle campagne pubblicitarie su Google ADS o sulle piattaforme social, Facebook o Instagram ad esempio, che richiedono un budget giornaliero costante nel tempo, l’email marketing ti permette di stabilire e mantenere un contatto diretto con il tuo utente, pur non dovendo sostenere costi importanti.

Molte delle piattaforme di email marketing offrono la possibilità di selezionare un piano adatto ad ogni tipo di budget ed in molti casi si possono testare piani gratuiti  per iniziare a prendere confidenza con lo strumento, prima di acquistare piani in abbonamento.

Se ad esempio, inizi a spendere soldi su Google ADS, dovrai sostenere dei costi costanti nel tempo, per testare la risposta dello strumento.

Fisserai un budget giornaliero minimo, per avere la giusta copertura e dovrai monitorare con costanza che il budget sia sufficiente per le campagne che hai attivato.

Per cominciare con l’email marketing, invece, avrai un solo un costo iniziale per dare un’impostazione corretta ai tuoi contenuti ed alla strategia che vuoi mettere in campo, ed eventualmente, per acquistare uno strumento di automazione.

Se non ci saranno “intoppi” e riuscirai a seguire la tua strategia, decisa a monte in corrispondenza dei tuoi obiettivi a medio-lungo termine, la tua campagna di email marketing non richiederà un budget giornaliero aggiuntivo.

Ti sembra poco?!

Perché fare email marketing: il rapporto diretto con l’utente

L’email marketing è un filo diretto che crea fiducia tra te ed il tuo utente.

Questa è la frase più comune, se ricerchi su Google “Perchè fare email marketing”.

Si, ma in soldoni, cosa vuol dire questa frase?

Te lo spiego facendo riferimento a due aspetti psicologici importantissimi :

  • la scala del valore.
    Pensa ad una scala immaginaria che accompagna il tuo utente da un punto A ( in cui non ha ancora una percezione precisa del valore dei tuoi servizi) ad un punto B (in cui avrà ottenuto tutte le informazioni necessarie per riconoscere il valore aggiunto dei tuoi servizi\prodotti).  Potrai sfruttare le tue email per raccontare e spiegare al tuo lettore perchè tu sei meglio degli altri. Pensaci bene: con quale altro strumento avresti potuto farlo, in maniera così diretta ed accurata?
  • Principio di familiarità.
    In ambito psicologico è un famoso effetto secondo il quale le persone preferiscono le cose con le quali hanno già familiarità. Gli utenti saranno maggiormente disposti ad acquistare un servizio\prodotto da te, dopo aver già ricevuto e letto le tue email, piuttosto che da un tuo competitor che ancora non hanno avuto modo di conoscere.

Per spiegarla con un esempio molto pratico: una campagna di email marketing ti permette di bussare alla porta di casa del tuo utente.

Quando tornerai a bussare alla sua porta, con una nuova email, il secondo ed il terzo giorno, sarai invitato ad entrare in casa.

Il quarto giorno, il tuo utente si fiderà di te, perché gli hai già dato delle informazioni utili e ti chiederà di accomodarti a tavola per prendere un caffè.

Attraverso i contenuti delle tue email, potrai raccontare tutto di te, della tua azienda, dei tuoi servizi e dei tuoi prodotti.

Con questi due meccanismi psicologici, potrai creare un percorso per il tuo utente, il tanto amato “funnel di vendita”, fatto di contenuti che gli permettano di riconoscere il valore distintivo del tuo brand e gli diano la possibilità di fidarsi della tua azienda per il suo acquisto.

Stai spendendo i tuoi soldi online, senza risultati?
Forse, stai sbagliando qualcosa

Perché fare email marketing: da potenziali clienti a clienti

L’importanza di stabilire un piano di azione, ancor prima di partire, vale per ogni singola attività di marketing e l’email marketing non fa eccezione.

La struttura delle campagne di email marketing deve mettere al centro di tutto il tuo cliente.

Stabilisci che cosa raccontare ai tuoi utenti e cosa comunicare in un piano editoriale,per mantenere il controllo e la coerenza degli argomenti trattati.

Definisci in anticipo, con quale cadenza mandare i contenuti agli utenti e decidi quanto tempo deve trascorrere tra una comunicazione di tipo commerciale e l’altra.

Prepara i lettori alle tue offerte, con contenuti nei quali racconti chi sei, ciò che fai ed il vantaggio che potrebbero trarre dai tuoi prodotti o dai tuoi servizi.

Non dimenticare di mantenere le liste mail o lista nomi curate e personalizzate: è un grave errore strategico inviare a tutti i tuoi utenti la stessa comunicazione.

Ti spiego meglio: se sei il titolare di un albergo ed hai una clientela sia di tipo business che si appoggia nella tua struttura per motivi di lavoro, che di tipo leisure che viene a trascorrere le vacanze nel tuo hotel, dovrai rigorosamente distinguere le due tipologie di cliente con due tipi di comunicazione differenti, sia per quanto riguarda le offerte di tipo commerciale che per le comunicazioni informative.

Al tuo cliente che viene in vacanza con la famiglia, non interesseranno le informazioni sulle sale meeting disponibili o sugli spazi destinati allo smart working che hai creato nella tua struttura, queste informazioni le riserverai ai clienti che si spostano per lavoro.

Allo stesso modo, chi viaggia per lavoro probabilmente non sarà interessato a ricevere informazioni relative ad un’esperienza culturale organizzata dalla tua struttura in collaborazione con l’ente locale per il turismo.

Ricorda: è tutto una questione di scelte. 

Scelte strategiche, ovvio! Tutto parte da questo!

Cos’è l’email marketing e come sfruttarlo a proprio vantaggio

Se non conoscevi il mondo dell’email marketing, in questo articolo, ti ho elencato tanti motivi per cui vale la pena iniziare imparare a conoscerlo.

Principalmente perché creare delle automazioni, ti permette di risparmiare tempo e risorse  preziose.

Il primo passo è sempre quello di raccogliere la lista mail dei nostri contatti, in maniera ordinata ed accurata. 

Una volta che abbiamo gli indirizzi email dei nostri utenti, è necessario mantenere alta la fiducia nei nostri confronti, inviando loro dei contenuti utili, che trasmettano informazioni adeguate al target che sta ricevendo le nostre email e che diano un valore aggiunto.

Il nostro lettore ci sta concedendo la sua risorsa più preziosa: il suo tempo.

È importante che continui a farlo.

Bisogna avere capacità organizzative, tempo ed alcune competenze specifiche per gestire in maniera efficace una buona campagna di email marketing, ma grazie a quello che ti ho spiegato in questo articolo, hai visto quali sono le principali attività da sviluppare e tenere sotto controllo.

Se ritieni di non poter fare tutto questo da solo e credi di aver bisogno di qualcuno con esperienza e competenza nella gestione di una campagna di email marketing, contattami, analizzerò la tua situazione e successivamente troverò la soluzione adatta al tuo caso.

Hai bisogno di un'esperta di Email Marketing?