Come stimolare il riacquisto dei tuoi clienti ripartendo dai dati

3 idee di sequenza email per stimolare il riacquisto dei tuoi clienti
Home » Come stimolare il riacquisto dei tuoi clienti ripartendo dai dati
Argomenti dell'articolo

3 idee di sequenze email automatizzate e efficaci per stimolare il riacquisto dei tuoi clienti.

In questo articolo, esploreremo alcune idee di segmentazione delle tue liste con pratici riferimenti a incentivi e contenuti da inviare.

Se anche tu vendi prodotti consumabili e riacquistabili, non perderti questo articolo: ti racconto le strategie che uso per creare email per far riacquistare i tuoi clienti e farli tornare ad acquistare dal tuo negozio online.

Prima di tutto: guarda i dati storici delle vendite

Raccogli informazioni sui tuoi clienti PRIMA di inviare le email, i messaggi Whatsapp che sono strumenti FUNZIONALI alla strategia.

Cerca di risponderti alle domande:

  • Ogni quanto mediamente un cliente ricompra?
  • Cosa ricompra? Lo stesso prodotto o prodotti correllati?
  • Quanto ricompra?

Quali sono i loro interessi e le loro esigenze? In che modo hanno interagito con il tuo negozio online in passato?

Utilizza queste informazioni per creare messaggi personalizzati e pertinenti per il destinatario.

Prima di iniziare a inviare sequenze di email, è importante raccogliere informazioni sui tuoi clienti, mi raccomando. E’ qui la potenza della resa delle sequenze che creerai.

1° idea: crea sequenza email di benvenuto efficace

La sequenza email di benvenuto è uno dei primi punti di contatto tra un’azienda e un nuovo cliente. Questo tipo di sequenza email è una grande opportunità per creare un’ottima impressione e stabilire una relazione con il tuo pubblico.

In genere, la sequenza di benvenuto è composta da una serie di email che vengono inviate al nuovo cliente poco dopo che si è registrato sul sito web dell’azienda o ha effettuato il primo acquisto. L’obiettivo principale di questa sequenza è quello di accogliere il nuovo cliente e fornirgli le informazioni necessarie per iniziare a utilizzare i prodotti o i servizi dell’azienda.

Un po come quando apri la porta di casa e sorridi al tuo ospite prima di farlo accomodare.

La prima email di benvenuto dovrebbe essere inviata immediatamente dopo la registrazione. Questa email dovrebbe ringraziare il nuovo cliente per essersi registrato e fornirgli alcune informazioni utili sulle attività dell’azienda. Ad esempio, puoi fornire informazioni sui prodotti o sui servizi che l’azienda offre, oppure puoi inviare un link ad un video di presentazione.

Le email successive dovrebbero essere utilizzate per fornire maggiori informazioni sui tuoi punti differenzianti.

Chi sei, cosa fai, quali problemi risolvi.

Cerca di instillare nel lettore la tua idea differenziante perché penso che se una persona ha chiaro cosa fai, che problemi risolvi quando lui avrà il problema che sente gli tornerà in mente la tua azienda.

Ne ho parlato anche nel video qui, con diversi esempi

2° idea: sequenza email per chi non acquista da tot tempo

Per creare una sequenza efficace, abbiamo bisogno dei dati che arrivano dal tuo CRM o dal gestionale.

  • I tuoi clienti comprano?
  • Che valore spendono mediamente?
  • In un anno, quante volte?

Sono numeri queste risposte, non supposizioni. Ripartendo da questi dati, scrivere una sequenza efficace di riacquisto è un gioco da ragazzi.

Intendiamoci: prima di cominciare a costruire le tue mail di ricontatto per utenti inattivi devi decidere il focus. Il periodo di inattività va quantificato.

Se oltre un anno che non riacquistano:

Segmentali, Taggali: fai in modo di riconoscere questo gruppo di clienti.

Perchè non ricomprano? Quali sono ragioni li hanno resi inattivi? Invierei un sondaggio. Così saprai cosa attrae il tuo pubblico, magari un con incentivo per indurlo a rispondere.

A loro, proporrei un’attività / un input che dovrebbe indurli a darti il consenso nuovamente ad essere ricontattato.

La sequenza dedicata a quelle persone che non interagiscono con te da taaaaaanto tempo deve contenere elementi che rendono”speciali”, unici i tuoi contenti. Perchè gli stai scrivendo? Perchè stai rinteragendo con loro? Inserisci una Call to action che ti permetta di riflettere sui motivi che l’hanno allontanato.

Preparerai a livello commerciale uno sconto funziona solo presentando la mail. È un modo per far sì che il messaggio abbia un valore. L’utente lo conserverà.

Sfrutterei oggetti delle mail particolarmente clickbait: ‘Ci manchi’ (è un esempio). Sin dal primo momento crei una relazione più personale. Al cliente è chiaro che il brand si preoccupa ed è cosciente della sua passività.

Trasforma le tue liste email in asset aziendali
Rendi DAVVERO profittevoli i tuoi contatti con la marketing automation.. MA COME?

Parliamone insieme

Se non riacquistano in un tempo congruo/ nei parametri medi delle tue vendite per quel prodotto :

Quando si tratta di incentivare gli acquisti dei clienti, una sequenza email di nurturing ben progettata può fare la differenza. In questo articolo, esploreremo come creare una sequenza di email di nurturing che fornisca tutorial e suggerimenti per stimolare l’acquisto di prodotti correlati al primo acquisto.

Identificare i prodotti correlati
Prima di tutto, vogliamo stimolare l’acquisto dello stesso prodotto o di correlati? Nel caso tu voglia testare la seconda soluzione, ti conviene identificare i prodotti correlati al primo acquisto del cliente.

Creare contenuti utili e tutorial
Creare contenuti utili e tutorial può essere un modo efficace per incentivare gli acquisti correlati. Ad esempio, se il cliente ha acquistato una macchina fotografica, puoi inviare tutorial su come utilizzare la fotocamera per ottenere immagini migliori o su come scegliere gli obiettivi giusti, ma anche come mantenerla pulita, come gestire la manutenzione e le best practice.

Inviare tutorial o guide sul prodotto acquistato può essere un modo per far sentire il cliente supportato e aumentare la sua soddisfazione. Puoi inviare video tutorial o guide scritte, in modo che il cliente abbia tutte le informazioni necessarie per utilizzare il prodotto al meglio.

3° idea: sequenza email per chi ha acquistato un valore x

I clienti non sono tutti uguali. Può essere un’idea interessante comunicare in maniera specifica a chi ha speso TANTO.

Se hai clienti che hanno effettuato magari più acquisti o ha fatto un acquisto di in un certo importo, è importante mantenere una comunicazione costante con loro per stimolare futuri acquisti e instaurare un rapporto duraturo. Una sequenza di email ben pianificata può essere un modo efficace per farlo.

Dopo qualche giorno dall’acquisto, invia una email con offerte esclusive riservate ai clienti che hanno effettuato un acquisto di valore. Questo può essere un modo efficace per stimolare un secondo acquisto e far sentire il cliente speciale.

Se organizzi eventi esclusivi per i clienti, come anteprime di prodotti o eventi di lancio, invia una email di invito ai clienti che hanno effettuato un acquisto di valore. Questo può essere un modo efficace per far sentire il cliente speciale e farli sentire parte di una comunità esclusiva.

Se nella spedizione inserisci un tester di un prodotto nuovo ancora non in vendita, ma che volevi far provare a lui, rendi speciale davvero il pensiero che tu hai per lui.

Nel video Youtube trovi diversi esempi per stimolare i clienti VIP a far parte della tua community esclusiva.

Stai cogliendo tutte le opportunità che l’email marketing ha da offrirti? Pensi di poter fare di più e Meglio? Conosciamoci! Prendi QUI un appuntamento con me e parliamo subito del tuo progetto.

La mia Newsletter

Vuoi Ricevere Massimo 1 Newsletter al mese, 100% fuffa free focalizzata su interessanti sviluppi su Google ads e Email marketing?

Vuoi ricevere una newsletter
100% Fuffa free focalizzata su Google Ads?
Massimo un invio al mese :)

Contattami!

firma email Lara Samaha Active

Sei stanco di buttare TEMPO e Soldi?
Riparti da pubblicità profittevoli ed efficiaci

Stanco di buttare SOLDI e TEMPO
Riparti da Pubblicità Online Efficaci

Stai spendendo i tuoi soldi online, senza risultati?
Forse stai sbagliando qualcosa.