Rendimento limitato Google Ads a causa degli identificatori mancanti Gtin: come risolvere

Rendimento limitato Google Ads dovuto a d in mancanti
Home » Rendimento limitato Google Ads a causa degli identificatori mancanti Gtin: come risolvere
Argomenti dell'articolo

Le campagne Google Ads possono essere limitate se i tuoi prodotti hanno un ID mancante: il riferimento è a GTIN, MPN o Marca, attributi obbligatori per la commercializzazione su rete Google.

Questo ID, noto come codice identificativo di prodotto (UPI), è essenziale per definire e individuare in maniera univoca ogni prodotto nel marketplace globale. La mancanza di un UPI può impedire una corretta visualizzazione dei tuoi prodotti in seguito a query di ricerca pertinenti, influenzando negativamente l’efficacia delle tue campagne pubblicitarie.

Per risolvere questo problema, assicurati di includere i giusti codici identificativi di prodotto che vedremo insieme in questo nuovo articolo. Questi codici, assegnati dal produttore, devono essere inseriti nei campi specifici del tuo sistema di gestione dei prodotti o durante la creazione delle tue inserzioni su Google Ads.

Definizione potabile di GTIN

Un GTIN (Global Trade Item Number) è un codice numerico utilizzato per identificare in modo univoco i prodotti commerciali a livello globale. Il GTIN facilita la gestione della supply chain, la vendita al dettaglio e il commercio elettronico, garantendo che ogni prodotto possa essere riconosciuto e tracciato con precisione.

Esistono diversi tipi di GTIN, che variano per lunghezza e utilizzo specifico:

  • GTIN-12: Utilizzato principalmente negli Stati Uniti, corrisponde al codice UPC (Universal Product Code).
  • GTIN-13: Utilizzato a livello internazionale, corrisponde al codice EAN (European Article Number).
  • GTIN-14: Utilizzato per identificare unità logistiche e confezioni multiprodotto.
  • GTIN-8: Utilizzato per prodotti di piccole dimensioni e spazio limitato per l’etichettatura.

Se vuoi approfondire, ecco la guida ufficiale di Google QUI

I GTIN sono cruciali per l’efficienza operativa e l’accuratezza nella gestione dei prodotti, nonché per migliorare la visibilità nei motori di ricerca e nei marketplace online. Grazie a questi codici, i rivenditori e i consumatori possono essere certi dell’identità del prodotto, riducendo errori e confusione.

Per ottenere un GTIN, i produttori e i distributori devono registrarsi presso un’organizzazione autorizzata come GS1, che gestisce gli standard internazionali per i codici a barre. Questo assicura che ogni GTIN sia unico e non duplicato, mantenendo l’integrità del sistema globale di identificazione dei prodotti.

Caso 1: se hai il GTIN, riportalo senza modifiche!

Se ai tuoi prodotti sono stati assegnati codici identificativi di prodotto e li hai a disposizione, includili sempre per ottenere il miglior rendimento possibile. I codici identificativi come il GTIN (Global Trade Item Number), l’MPN (Manufacturer Part Number) e la Marca sono essenziali per migliorare la visibilità e la tracciabilità dei tuoi prodotti nei marketplace globali.

L’inclusione di questi codici facilita la corretta indicizzazione dei tuoi prodotti, rendendoli più facili da trovare in seguito a query di ricerca pertinenti e aumentando le probabilità di vendita. Inoltre, l’uso di identificatori accurati può migliorare le performance delle tue campagne pubblicitarie su piattaforme come Google Ads, poiché questi attributi sono spesso obbligatori e utilizzati come criteri di ricerca e filtro.

Non inventare mai codici identificativi di prodotto né utilizzare il tuo ID del gestionale di magazzino. L’inserimento di codici errati o di identificatori interni può confondere i sistemi di ricerca e indicizzazione, portando a risultati di ricerca imprecisi e limitando l’efficacia delle tue campagne pubblicitarie. Utilizzare codici non ufficiali può inoltre causare la disapprovazione dei tuoi prodotti nelle piattaforme di vendita online, compromettendo la loro visibilità e le opportunità di vendita.

Caso 2 Hai un ID: ma sei sicuro sia davvero il GTIN?

  1. ID e GTIN sono due attributi diversi! Ecco l’esempio che riporta Google QUI la guida ufficiale
  • Utilizza il giusto numero di cifre: Ogni GTIN deve rispettare il numero specifico di cifre designato. Ad esempio, il codice ISBN-13 deve contenere esattamente 13 cifre numeriche.
  • Utilizza solo numeri: Assicurati che il GTIN sia composto esclusivamente da numeri. La presenza di lettere o simboli rende il codice GTIN non valido.
  • Cerca la cifra di controllo: Ogni GTIN contiene una cifra di controllo che serve come validazione matematica dell’ID prodotto. Utilizza la calcolatrice delle cifre di controllo GS1 per generare e verificare questa cifra.
  • Evita numeri in intervalli limitati: I codici GTIN non devono includere numeri appartenenti agli intervalli a uso limitato, come i prefissi “2”, “02”, “04” o il range di coupon “99”, “981-984”.
  • Utilizza i livelli corretti: Se utilizzi GTIN-14, utilizza i livelli di confezionamento (1-8) solo se stai vendendo confezioni che contengono più articoli. Evita di utilizzare l’indicatore di livello collettivo (9).
  • Verifica la non riservatezza del GTIN: Alcuni prefissi GTIN sono riservati per un uso futuro e non devono essere utilizzati attualmente. Verifica se il tuo GTIN contiene uno di questi prefissi e, se necessario, modificalo per evitare problemi di approvazione.

Questi passaggi ti aiuteranno a garantire che i tuoi codici GTIN siano corretti, validi e conformi agli standard richiesti per una corretta commercializzazione sui marketplace e nelle campagne pubblicitarie online.

Caso 3 Non hai un GTIN assegnato: l’hai perso

Beh dobbiamo ritrovarlo, ecco alcuni consigli pratici. Occhio a usare FONTI UFFICIALI:

  1. Confezione del prodotto: Il GTIN è spesso stampato accanto al codice a barre sul retro o sul lato della confezione del prodotto.
  2. Sul prodotto stesso: In alcuni casi, specialmente per prodotti senza confezione esterna (come libri), il GTIN potrebbe essere stampato direttamente sul prodotto o sulla sua etichetta.
  3. Sulle fatture o documenti di acquisto: Se hai acquistato il prodotto da un fornitore o distributore, il GTIN potrebbe essere indicato nelle informazioni di fatturazione o documenti di acquisto.
  4. Sui siti web dei produttori o distributori: Spesso i siti web ufficiali dei produttori o dei distributori forniscono informazioni dettagliate sui loro prodotti, compreso il GTIN.

Assicurati di verificare la precisione del GTIN per garantire che corrisponda al prodotto specifico che stai inserendo nei dati del tuo catalogo per gli annunci Shopping su Google.

La guida Google Merchant Center per l’inserimento dei GTIN è una risorsa ti fornirà tutte le informazioni necessarie su come utilizzare correttamente il codice GTIN per migliorare la visibilità dei tuoi prodotti negli annunci Shopping di Google. Se hai altre domande su come implementare i GTIN o qualsiasi altra informazione, fammelo sapere!

Caso 4 Non PUOI AVERE un GTIN assegnato

Ci sono diverse eccezioni per diverse categorie di prodotti e alle specifiche esigenze che Google Merchant Center richiede per la corretta pubblicazione degli annunci Google Ads Shopping.

Questi requisiti possono variare a seconda del tipo di prodotto e delle politiche applicabili. Ecco alcune considerazioni per alcune delle categorie menzionate:

  • Libri e media: Spesso hanno requisiti specifici riguardanti le informazioni di identificazione come l’ISBN per i libri.
  • Prodotti di terze parti compatibili: Potrebbero richiedere chiarezza riguardo alla compatibilità con altri prodotti.
  • Prodotti personalizzati: Potrebbero necessitare di dettagli aggiuntivi o specifiche personalizzazioni nel tuo feed di prodotti.
  • Farmaci: Possono richiedere approvazioni particolari o requisiti legali specifici.
  • Multipack: I pacchetti multipli devono essere descritti correttamente per evidenziare il numero di unità incluse.
  • Prodotti disponibili in diverse varianti: Come colori o taglie, richiedono attributi chiari e distinti nel feed di prodotti.
  • Prodotti con diversi codici GTIN: Se il prodotto ha varianti con GTIN diversi, o se è privo di GTIN, ci sono linee guida specifiche da seguire.

Per ognuna di queste categorie, è fondamentale seguire le linee guida dettagliate di Google Merchant Center per assicurare la conformità e evitare la disapprovazione del prodotto. Ogni categoria può avere requisiti diversi per quanto riguarda le informazioni richieste nel feed dei prodotti e le politiche di Google Ads.

Soluzione caso 4 : comunica a Google Ads con il seguente attributo

Google Ads e Google Merchant Center devono conoscere in maniera approfondita le caratteristiche del prodotto. E’ essenziale utilizzare correttamente l’attributo identificativo esistente [identifier_exists] per indicare la disponibilità di codici identificativi di prodotto (UPI) per i tuoi prodotti. Questo attributo viene utilizzato per segnalare se GTIN, MPN e marca sono disponibili per il prodotto in questione.

Questo è particolarmente rilevante per prodotti personalizzati, pezzi unici come opere d’arte, o prodotti antichi come libri pubblicati prima del 1970 che potrebbero non essere stati assegnati a un GTIN.

Questo attributo può avere solo 4 qualori possibili “yes” o “no” (o “true” / “false”).

Ad esempio, se stai vendendo un prodotto artigianale unico senza un GTIN assegnato, devi includere “identifier_exists” con il valore “no”.

Assicurati di seguire le linee guida di Google Merchant Center per garantire che i tuoi prodotti siano correttamente classificati e visibili negli annunci Shopping. La corretta gestione degli attributi identificativi è cruciale per evitare disapprovazioni e massimizzare la visibilità dei tuoi prodotti online.


Hai ricevuto una notifica di non approvazione o di limitazione per i tuoi annunci su Google Ads? Non preoccuparti, sono qui per aiutarti a superare questo ostacolo!

INIZIAMO Google Ads è cruciale per la promozione della tua attività, ma i continui rifiuti degli annunci possono essere frustranti. Ogni rifiuto ha le sue ragioni: problemi di policy, errori tecnici, o contenuti non conformi. Capire la causa può essere complicato, ma non ti preoccupare più.

Grazie alla mia esperienza dettagliata sulle politiche di Google Ads, ti guiderò nel processo per far approvare i tuoi annunci. Lascia che io mi occupi degli aspetti tecnici, così tu puoi concentrarti sul tuo business.

Prendi il controllo della tua campagna pubblicitaria: contattami oggi stesso per iniziare!

La mia Newsletter

Vuoi Ricevere Massimo 1 Newsletter al mese, 100% fuffa free focalizzata su interessanti sviluppi su Google ads e Email marketing?

Vuoi ricevere una newsletter
100% Fuffa free focalizzata su Google Ads?
Massimo un invio al mese :)

Contattami!

firma email Lara Samaha Active

Sei stanco di buttare TEMPO e Soldi?
Riparti da pubblicità profittevoli ed efficiaci

Stanco di buttare SOLDI e TEMPO
Riparti da Pubblicità Online Efficaci

Stai spendendo i tuoi soldi online, senza risultati?
Forse stai sbagliando qualcosa.

Vuoi ottenere il massimo dalle tue pubblicità? Vuoi aumentare l'efficacia delle tue sponsorizzate? Conosciamoci :)