Marketing datacentrico

Ti spaventa l’idea che i tuoi soldi vengano sprecati senza che tu sappia dove siano finiti e quali risultati hanno portato concretamente?

l'approccio analitico per il marketing lara samaha

Vuoi investire nel web e tracciare il tuo ritorno dell’investimento? 

Vuoi promuoverti su Google o sui social?

Forse dovresti farlo, ma prima…

Traccia e misura i dati. Senza questi, sei una persona con delle opinioni ( cit. William Edwards Deming)

Rimani concentrato, ora parliamo di #marketingdatacentrico

In che senso marketing datacentrico?

in che senso marketing data centrico

Vuoi promuoverti grazie al web marketing, ma non sai qual è la strada giusta per te

Ti spaventa l’idea che i tuoi soldi vengano sprecati senza che tu sappia dove siano finiti e quali risultati hanno portato concretamente?

Sono qui per chiarirti le idee.

Il web marketing può sembrare qualcosa di astratto e difficile da monitorare, ma è solo perché ti è sempre stato spiegato in questo modo. 

Molti marketer continuano a fare affidamento sulle loro sensazioni e sull’intuito, anche se gli strumenti di analisi e di monitoraggio sono disponibili ormai da anni. 

Non c’è nulla di male a fare leva sullo spirito creativo, quando si tratta di ideare una campagna di web marketing, ma una parte molto importante non deve essere trascurata: i dati

I dati ci permettono di avere una maggiore chiarezza e di prendere decisioni migliori

Diversi studiosi di Harvard* ne hanno da tempo sottolineato l’importanza quando si tratta di compiere delle scelte basate sulla razionalità, specie nell’ambito imprenditoriale. 

I dati sono ciò che differenzia un marketing improntato ai risultati da un marketing che porta in un vicolo cieco.

Perché? 

Perché con i dati hai la possibilità di sapere con precisione se quello che stai facendo sta funzionando o meno e ancora più importante, hai la possibilità di ottimizzare ogni azione di marketing per migliorare le performance delle tue campagne. 

Se parti dai dati puoi costruire strategie migliori, più adeguate al caso specifico, e hai la possibilità di sapere se tutto sta andando come previsto

Come se non fosse già sufficiente, il marketing datacentrico ti permette di sapere dove sono stati spesi i soldi per il tuo marketing e quanto ritorno sull’investimento hai avuto da ogni singolo processo. 

Eppure, nonostante tutte queste premesse solo 1,3% dei marketer (ricerca di Data and Marketing Association e Winterberry Group del 2018)  utilizza i dati per implementare le proprie strategie di marketing. 

Il motivo è banale: si tratta di abitudini.

In passato le campagne di marketing si basavano esclusivamente sulle idee e sulle intuizioni, perché non c’era modo di misurare e conoscere i dati. 

Nel 19esimo secolo, John Wanamaker, mercante e uomo d’affari, considerato pioniere del marketing, affermava:

“So che metà della mia pubblicità è sprecata; il problema è che non so quale metà”.

Oggi abbiamo strumenti a volontà per non sprecare la metà della nostra pubblicità, eppure molti continuano a fare marketing come se fossimo nel 19esimo secolo.

Ecco, continuare a fare marketing come se gli strumenti utili per l’analisi non esistessero, equivale a sprecare parte della propria strategia e non avere minimo indizio cosa fare per far funzionare le cose. 

 

Cosa intendo per marketing datacentrico

 marketing datacentrico fa rima con crescita

Il marketing datacentrico fa rima con crescita.

Il marketing deve essere utile, performante e i risultati devono essere misurabili

Perché? Due motivi. 

Perché in questo modo è possibile replicare strategie che funzionano per spremere ancora di più.

E perché possiamo ottimizzare e correggere ciò che funziona al di sotto delle proprie possibilità. 

Il marketing datacentrico è un modo di agire, più che una strategia, perché utilizza altri strumenti come le campagne di mailing o quelle pubblicitarie per potenziare i risultati di un’attività imprenditoriale. 

La cosa fondamentale è misurare tutti i canali di marketing, per sapere quale performa meglio e quale ha bisogno di ottimizzazione. 

Capisci adesso la grande differenza tra il marketing datacentrico e il marketing che non utilizza il grande potere dei dati? 

Approfondiamo meglio il concetto, attraverso esempi più concreti.

 

Stai spendendo i tuoi soldi online, senza risultati?
Forse stai sbagliando qualcosa

Marketing datacentrico e email marketing: come funziona

marketing datacentrico fa rima con crescita

Se prendiamo come esempio le campagne di email marketing, molte imprese lanciano le newsletter senza aver indagato a fondo lo stato della propria azienda: da dove arrivano i clienti, che tipo di lead hanno, l’analisi dei prodotti, il servizio clienti, i punti forti e punti deboli. 

Insomma, bisogna partire da una fotografia completa della tua attività imprenditoriale, compreso lo studio degli obiettivi e dei risultati che vuoi raggiungere con l’email marketing. 

Solo sulla base di questi dati si può ideare una strategia

È sempre a partire dai dati che si costruisce sia il piano editoriale che i contenuti.

Questi ultimi non possono essere prodotti senza conoscere il tuo cliente.

Ti devi saper rivolgere direttamente a loro e devi saper utilizzare il giusto tono di voce, le giuste leve psicologiche.

Dati, dati ovunque. 

Sono fondamentali per la crescita, altrimenti si tira a indovinare.

Certo, qualche volta funziona, ma non si può fare affidamento sulla fortuna quando si tratta di gestire il successo di un’impresa. 

I contenuti devono essere ottimizzati in modo da rispecchiare la fase in cui trova l’utente al quale indirizziamo la comunicazione.

Per capirci, puoi aver a che fare con utenti in differenti fasi del ciclo di acquisto e ogni gruppo di persone ha bisogno di contenuti specifici che spingano alla fase successiva fino al punto dell’acquisto del prodotto o del servizio. 

Non tutto va bene per tutti, per questo si fa la segmentazione e si creano contenuti ad hoc. 

Una volta completato questo, avviene il monitoraggio dei dati: le interazioni con i contenuti, le aperture delle mail, le cancellazioni, le risposte, i click, le prenotazioni, i contatti diretti. 

Per fare questo ci sono diversi strumenti sul mercato, personalmente utilizzo Active Campagne perché ha molti vantaggi, tra cui un’ottima verifica antispam, che permette di evitare che le tue mail si perdano per strada. 

Conoscere questi dati è un vero tesoro per la tua attività, ma vediamo come interagiscono il marketing datacentrico e le campagne pubblicitarie a pagamento. 

 

Marketing datacentrico e campagne pubblicitarie: come funziona

Se fare le campagne di mailing senza monitorare i dati non ha senso,  è ancora più uno spreco di tempo e di denaro fare campagne pubblicitarie a pagamento senza sistemi di tracciamento funzionanti.

Ora, tu potresti pensare che la maggior parte dei marketer e delle imprese che fanno advertising siano virtuosi e che facciano bene il loro lavoro, ma sopravvaluti le persone là fuori. 

Mi capita più di quanto  vorrei di essere contattata da persone che non hanno i sistemi di tracciamento installati sui propri siti, oppure che hanno un sito, ma i loro tracker non funzionano correttamente perché ci sono errori o non hanno impostato correttamente gli obiettivi. 

Se non misuri le tue campagne pubblicitarie a pagamento è come prendere una strada a caso e sperare che ti porti al Duomo di Siena. E tu non sai nemmeno dove ti trovi. 

Ecco, i dati sono come una mappa.

Ti dicono dove ti trovi in questo momento, ti danno un’idea di dove puoi andare e una volta che ti incammini sai se sei sulla strada giusta o meno. Chiaro così?

Per creare una campagna pubblicitaria performante bisogna conoscere i dati di partenza della tua attività, sapere quali sono gli obiettivi e solo sulla base di questi strutturare una strategia che tenga conto delle specifiche piattaforme pubblicitarie. 

Una volta creata la campagna di pubblicità online, si monitorano i dati in base agli obiettivi per i quali la campagna è stata creata e se non performa, sempre osservando i dati, si può potenziare per raggiungere risultati sperati

marketing datacentrico e le campagne pubblicitarie online

Stai spendendo i tuoi soldi online, senza risultati?
Forse stai sbagliando qualcosa

Come lavoro con il marketing datacentrico

Che si tratti di ideare una campagna pubblicitaria o una campagna di mailing non inizio nemmeno a lavorare se non posso conoscere i dati della tua azienda.

Ti parlo qui di dati sia oggettivi che soggettivi. 

Per farti un esempio, ho bisogno di conoscere se hai un piano commerciale con prodotti front-end chiari per iniziare una campagna che ti faccia arrivare nuovi clienti. 

Devo sapere come sono le tue conversioni, quali strumenti usi e qual è il tuo tasso di chiusura. 

Come ti raggiunge il tuo pubblico, quali sono i canali che preferiscono e da dove ti arriva la fetta più grossa dei tuoi clienti, sono solo alcune delle domande alle quali devo conoscere la risposta per poter fare un’analisi strategica della tua attività. 

Il passaggio successivo è la creazione della tua strategia sulla base dell’analisi della tua attività. E qui viene il bello. 

La strategia si basa sui tuoi dati e su ciò che funziona per te.

Ecco perché è importante conoscere e saper interpretare le informazioni, perché ci permette di prendere decisioni migliori per la crescita del tuo business. 

Senza dati, non puoi fare azioni specifiche per il tuo tipo di pubblico.

Se fai campagne pubblicitarie su Facebook, non puoi educare il pixel a fornirti il traffico che converte.

Se non tracci i dati e non sai quanto converti non sai quanto ti costa un nuovo lead e quanto stai pagando per ogni singola conversione.

Ti mancano dati fondamentali per prendere decisioni sensate per la tua impresa.

Capisci quanto è importante? 

Non è più una questione se fare marketing datacentrico, ma come farlo al meglio per sfruttare a pieno le opportunità dai dati che possiamo ottenere dagli strumenti che la nostra epoca ci offre. 

Contattami se:

  • vuoi lavorare con una professionista che utilizza il marketing datacentrico e ti offre piena trasparenza
  • vuoi aumentare i tuoi clienti e fidelizzare quelli che hai già
  • godi di buona reputazione, ma hai bisogno di aumentare la tua visibilità
  • sei pronto a lavorare in team con me
  • hai un budget da destinare al tuo marketing

(*Ury e Bazerman, esperti di decision making e di negoziazione, se ti interessa sapere in concreto chi sono)

Stai spendendo i tuoi soldi online, senza risultati?
Forse stai sbagliando qualcosa